Tu sei qui

Sezione Mamma

Raffreddore

Versione stampabileversione PDF

Che cos’è il raffreddore 

Il raffreddore è un’infiammazione del naso e della faringe (rinofaringite). I sintomi del raffreddore sono congestione nasale, starnuti, catarro, mal di gola, tosse, mal di testa e senso di stanchezza. Il raffreddore è causato da diversi tipi di virus, più frequentemente i Rhinovirus. Si trasmette da persona a persona per via aerea oppure mediante contatto diretto con secrezioni infette. Generalmente si risolve in modo spontaneo, ma, talora, a causa di infezioni batteriche, il raffreddore può complicarsi e provocare altre malattie, tra cui otiti, sinusiti, faringiti, bronchiti e polmoniti.    

 

memomamma
  • Il raffreddore è una delle infezioni più comuni in gravidanza.
  • Non esistono farmaci specifici per guarire il raffreddore. Per questo motivo, le cure agiscono ed eliminano solo i sintomi e non le cause. 
  • Gli antibiotici devono essere presi in caso di infezione dovuta a batteri (ad esempio bronchite). 
  • Gli spray nasali e i decongestionanti orali possono essere usati saltuariamente, in quanto se presi ad alte dosi e in modo ripetuto, possono interferire con la circolazione utero-placentare. 
  • Segui sempre le indicazioni del tuo medico, che ti prescriverà il farmaco più efficace, a più basso dosaggio, da più tempo in commercio e con i minori rischi per te e per il tuo bambino.
  • Non sospendere o cambiare la terapia di tua iniziativa né prima, durante e dopo la gravidanza. 
  • L’informazione che trovi in questo sito non deve assolutamente sostituire la visita dal tuo medico, che ti raccomandiamo di consultare sempre.
memomamma
Good news
  • Puoi combattere il raffreddore anche solo osservando piccoli accorgimenti:
    • riposa;
    • segui una dieta ricca di frutta e verdura per un apporto adeguato di vitamine e sali minerali;
    • bevi molto;
    • fai aerosol con soluzione fisiologica (senza aggiungere medicine).
  • Anche in gravidanza il raffreddore si risolve in modo spontaneo. 
  • Le complicazioni sono rare.
  • Puoi e devi curarti per la salute tua e del tuo bambino. 

Revisione scientifica: 

Giovedì, 5 Dicembre, 2013
Youtube AIFA