Tu sei qui

Sezione Operatore

Scopolamina-Joscina

Versione stampabileversione PDF

Farmaco anticolinergico utilizzato come antispastico. Ha una emivita di eliminazione di circa 9,5 ore; passa la barriera placentare.

Gravidanza: 

Gli studi disponibili in letteratura sull’uso di Scopolamina in gravidanza non segnalano una maggiore frequenza di malformazioni, rispetto alla popolazione generale, nei nati esposti sporadicamente e a dosi terapeutiche. 

Il suo uso nel terzo trimestre di gravidanza può determinare alterazione del ritmo cardiaco e riduzione dei movimenti fetali.

Allattamento: 

Passa nel latte materno, non vi sono dati sufficienti sugli effetti dell’allattamento al seno durante terapia con tale farmaco.

Revisione scientifica: 

Lunedì, 25 Febbraio, 2013

Patologie associate: 

Youtube AIFA