Tu sei qui

Sezione Operatore

Clindamicina

Versione stampabileversione PDF

Antibiotico appartenete alla classe delle Lincosamidi. È un derivato semisintetico della Lincomicina. Può essere somministrato per via sistemica oppure topica. Passa la barriera placentare. Ha una emivita di eliminazione di 1,5-5 ore.

Gravidanza: 

Non sono disponibili studi epidemiologici sistematici sull’uso di Clindamicina in gravidanza.Studi su piccoli campioni di donne non hanno evidenziato, per assunzione orale di Clindamicina in gravidanza, effetti teratogeni e/o embrio-fetotossici nei nati esposti. È un antibiotico di seconda scelta in gravidanza, da utilizzare qualora la somministrazione di Penicilline, Cefalosporine e Macrolidi non sia efficace.

Allattamento: 

L’assunzione materna di Clindamicina è compatibile con l’allattamento al seno. È indicato un monitoraggio pediatrico.

Revisione scientifica: 

Mercoledì, 25 Novembre, 2015

Patologie associate: 

Youtube AIFA